fbpx
Browsing Tag

instagram

daily post Diario

La psicosi dell’introversione: avviare un nuovo progetto

Non è passata neanche una settimana dalla pubblicazione del nuovo progetto, ma ci sono stati sviluppi emotivi quasi ogni singolo giorno e addirittura cambiamenti di routine, che vorrei condividere con te per avere anche una tua opinione.

Le fasi emotive di un nuovo progetto.

Partiamo per punti.

– Una decida di giorni prima dell’uscita del progetto sono andata in confusione su qualsiasi minuscolo aspetto, anche di elementi che avevo deciso e confermato settimane prima. Mission, vision, tono di voce, palette di colori, piano editoriale, scelta dei canali (da utilizzare subito e altri da realizzare nei prossimi mesi) ecc ecc. Niente era più definitivo e utilizzare il budget (che non avevo preventivato) per comprare qualcosa che mi aiutasse a gestire tutto (cosa? Ancora non lo so), sembrava una buona idea. Per fortuna non ho acquistato nulla.

– 22 luglio (tre giorni prima del compleanno di SC): programmato quasi tutto il programmabile. Ho iniziato a pubblicare in sordina sull’account instagram del progetto (#awkmargella) per popolare la bacheca prima dell’annuncio ufficiale.

Il desiderio di anticipare l’annuncio è stato forte tanto quanto il voler cancellare tutto e partire direttamente dalla prima foto il 25 luglio.

– 25 luglio (Buon compleanno SC): è arrivato il momento. Ho postato l’annuncio sul mio canale principale (@margian_ghadimi) e ho atteso. Stranamente pubblicando prima su instagram ho raggiunto quasi gli stessi risultati che sul blog (programmati i contenuti in due momenti diversi), quando di solito instagram lo utilizzo come canale secondario.

[Il blog, di solito, va molto meglio che sui social.]

– Il giorno dopo: mi sveglio e penso di aver sbagliato tutto. Avrei potuto scegliere altri colori, programmare contenuti diversi, riflettere su una mission diversa (ti spiegherò più avanti). Non mi piaceva niente.

Contemporaneamente, però, quelle pochissime persone a cui ho raccontato l’obiettivo di questo canale, mi hanno risposto con entusiasmo, hanno voluto saperne di più e alcuni addirittura hanno subito voluto farne parte condividendo idee e suggestioni, che mi hanno riempita di gioia.

_ Oggi: Guardo i miei canali e sono felice. Qualche scelta magari l’ho sbagliata, ma ho già conosciuto diverse persone nuove che mi hanno contattata per chiacchierare un po’(oltre a quelle che già erano mie amiche e hanno voluto saperne di più) e soprattuto condiviso con me consigli, tecniche e la loro esperienza personale. Sembra quasi una community, prima ancora di averne creato le basi.

Ma forse me lo dovevo aspettare.

Alla fine #awkardmargella è uno spin-off di #AskMargella e, da quando è stato realizzato l’hashtag, non è passato un giorno senza che i suoi creatori non si siano fatti sentire per urlarlo ai quattro venti.

Sono un biscotto fortunato.

*L’idea del progetto:

Tutto è partito perché avevo bisogno di fare qualcosa di nuovo. Seconda Colazione stava per compiere due anni e sentivo la necessità di cambiare la routine. SC è nata proprio perché stavo scivolando in una noia quotidiana e costante e scrivere mi ha aiutata a tirarmene un po’ fuori, quindi per il suo compleanno volevo festeggiare seguendo la motivazione che ha fatto partire questo piccolo minuscolo biscotto virtuale.

Quindi vai su instagram e cerca #awkardmargella e dimmi che ne pensi. Di cosa si tratta? Fotografia (per ora), ovvero tentativi di editing partendo da un livello di totale ignoranza (qualsiasi consiglio è benvenuto).

Canzone del giorno: Hercules – “Questa è la realtà”

Diario Libri

Things of the month: Gennaio

IMG_20180201_121902.png

Libreria Acqua Alta – Venezia, #wheres_secondacolazione

Gennaio è terminato!

Dopo gli innumerevoli meme sull’infinita lunghezza di questo mese, che apparentemente non voleva andarsene, anche lui se n’è andato, portandosi dietro una pila di libri letti e molti altri accatastati in attesa di essere presi in mano.

Continue Reading

Content daily post Diario

Parte 4. Piccoli alberelli social

albero social

C’è un piccolissimo tool di una meraviglia sconvolgente, che mi ha colto di sorpresa, risollevata da terra e trasportata in un magico mondo che non pensavo potesse esistere.

La scorsa settimana, mentre vagavo sul web, ho trovato una cosa spettacolare, che si collega meravigliosamente alla vita da copy.

E’ stato un regalo di Natale in anticipo, capace di raccogliere tutto ciò che amo e di unirlo per presentarlo sui social.

Un magico alberello natalizio mi ha salutata e si è presentato come la nuova frontiera delle condivisioni sui network.

Un modo tutto nuovo, almeno per me, di indicare alla gente cosa fai, chi sei, con chi lavori, cosa sogni, quante volte ti perdi nella vita e con chi parli. Ci puoi inserire tutto.

Puoi creare una tua presentazione personale o aziendale e ti serve solo recuperare i vari link. A tutto il resto ci pensa la tua logica, la tua memoria su cosa non puoi assolutamente dimenticare e poi è fatta.

Al pari di altri tool, questo magico elemento è nato per rendere il vostro profilo ancora più bello, più funzionale e semplicemente più d’impatto.

Non lo si nota subito, ma una volta aperto è difficile dimenticarsene.

Immaginatevi l’ultima presentazione che avete dovuto preparare. Che sia stata di voi stessi per indicare la vostra presenza sui social o per l’azienda o agenzia per cui lavorate. Quasi ogni giorno vi capiterà di venire scoperti da qualcuno e di dovergli inviare (o lasciare) qualcosa.

Attenzione che io sto esclusivamente parlando di una presentazione online. Suppongo che siate abbastanza bravi nel descrivervi quando vi trovate vis-a-vis con qualcuno (se sì, bravi voi). Ma per tutti i più timidi o socialcosi che sperate di non dover parlare e di poter lasciar fare tutto ai vostri profili (tipo moi), c’è qualcosa che vi renderà la vita ancora più facile.

Insomma una meraviglia è giunta a noi, anticipando anche Babbo Natale stesso.

Magari la conoscete già, la utilizzate da tempo (bravi voi) oppure, come me, vi prenderete cinque minuti per contemplare le infinite possibilità.

Siamo arrivati in un’epoca dove vi troverete a voler e dover fare di più nella vita solo per dare un senso a questi magnifici tool, che sembrano venire gettati su di noi.

Vi siete accorti che non vi ho detto praticamente nulla (nemmeno il nome del tool) per tutta la durata dell’articolo?

Abbiate pazienza, giovani amanti della colazione e dei social, prendetelo come un teaser: il vero post uscirà il 20 Dicembre sulla rubrica Seconda Colazione di Just Baked!

A presto e buon ritrovamento dell’alberello canterino, che da sempre terrorizza tutti i nostri natali!

fotolink
Il terrore.