fbpx
daily post

Scrivi! Tutti i giorni.

“Scrivi tutti i giorni!”

Me lo ripeto quotidianamente, ma non prendiamoci in giro: è faticosissimo creare nuovi contenuti da approfondire nei blog post. Alla fine non stiamo parlando di didascalie per i social, che possono anche essere brevi e taglienti, ma di informazioni da inserire in una piattaforma che è pensata per i racconti e per i discorsi più lunghi.

 

L’inflessibilità delle emozioni

Scrivere tutti i giorni mi ha resa sensibile e impassibile allo stesso tempo.
All’inizio sentivo il bisogno di lottare contro questa sensazione stranissima: redigere qualcosa costantemente portava alla luce i miei pensieri più privati, la mia vita, i miei sentimenti. Scrivere tutti i dì era rivelatorio in modo fastidioso: vedere su carta concetti personali faceva un altro effetto rispetto al solo pensiero.
Poi l’emozione ha lasciato il posto all’inflessibilità. La pratica ha sostituito la sensibilità. Scrivere ogni giorno è diventato un esercizio che veniva preteso dalla mia mente. La necessità di farlo ha sostituito il fastidio di dover trovare un argomento.

 

Una connessione

Poi l’azione ha dato spazio alla rivelazione: scrivere è un’esercizio di inclusione, che lo si voglia o meno. Ogni traccia che lasciamo agli altri è un dono, anche quando parliamo di noi stessi.

Un’azione liberatoria, che richiede pazienza, pratica e flessibilità mentale fino a quando non diventerà un esercizio impassibile e tanto ripetitivo da potersi concentrare sul lato empatico della comunicazione (e non più solo su quello contenutistico).

 

 

Tratto dal mio quaderno di esercizi di scrittura quotidiana.

 

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.