fbpx
daily post

Lo straordinario potere della libertà

C’è un’incredibile sensazione nella libertà di poter fare cose straordinarie, sbagliare miseramente e risalire verso nuove opportunità.

Il 17 dicembre 2020 sarà un anno che sono ufficialmente una freelance dal nome Copylota e sono sbalordita di essere sopravvissuta fino adesso.

L’anno scorso ho creato un sito web (o meglio, ho scelto il layout e poi mi sono affidata a chi queste cose le sa fare veramente), definito una brand identity e ammirato la realizzazione del logo e della definizione della palette abbinata al tono di voce e a tutto ciò che concerne la comunicazione.

Ora, ad un anno di distanza, sto lavorando sul restyling di tutto e questo, per me, è la libertà: poter cambiare.

Crescere è inevitabile e l’evoluzione che si insinua nella mente di chi è freelance crea tanta confusione quanta emozione: chi voglio essere, cosa voglio eliminare, aggiungere, modificare, come voglio mostrarmi, cosa voglio ottenere e perché faccio tutto questo?

Tutto il mio percorso riveste chi sono oggi, ma non è più visibile agli occhi degli altri. L’ho interiorizzato e valutato per la mia trasformazione.

Ed è strabiliante. C’è una febbricitante eccitazione nel pensare a quante volte io abbia sbagliato, quante comunicazioni siano finite nel cesso e a quanti utenti fuori-target abbiano bussato alla mia porta, perché non avevo considerato il potenziale delle mie parole. E ora guardo anche quella piccola nicchia che mi segue con modesta curiosità e che partecipa ai messaggi, commentano, condividendo e insegnandomi nuove visioni della customer experience.

Questa esperienza mi portata ad una rivelazione: si possono creare tante cose diverse, senza doverle per forza incastrare all’interno dell’identità professionale.

 

Libertà di creare

 

Durante questo periodo, con questa mia libertà, ho dato voce ad altri liberi professionisti che si riconoscono in Astàla (che – sorpresa – è in revisione e per questo non ti indico il link), ma anche ad nuovo digital baby: Bottegiglio.

Bottegiglio è l’ispirazione nata dalla sovrana creatività.
Un richiamo all’orgine delle parole; questo piccolo spazio presente solo su Instagram, scava dentro i termini per far emergere la loro etimologia. Che magnifica libertà poter dare vita a qualcosa che si lega alla mia professione, ma che non è legata a servizi, campagne, prodotti, vendite.

Essere freelance mi ha aperto gli occhi anche su questo: non tutto è promozione, non sempre bisogna essere presenti, non vale niente vendere-vendere-vendere se tutto ciò che ho di prezioso l’ho già posizionato online.

Essere liberi dà una sensazione di esaltate anticipazione: come se ci fosse sempre qualcosa di sorprendente da scoprire. Ed è così.

 

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.