fbpx
daily post

Toscana : cosa vedere in 3 giorni. Il gioiello della casa sull’albero

La casa sull’albero è stata una meravigliosa scoperta dell’ultimo minuto.
Le ferie di Ferragosto sono finalmente arrivate e dopo un periodo di salute incerto, ho deciso di riscattare il tempo prenotando subito tre giorni in Toscana.
La meta non è stata difficile da scegliere (Toscana mon amour) e Airbnb e Booking hanno fatto il resto.

DSC00871

Con due giorni di preavviso per partire, stavamo già sognando la casetta sull’albero che avevo trovato come prima tappa del nostro viaggio. Per fortuna (e con grandissima gioia da parte mia) mio moroso era entusiasta dell’itinerario e si è disinteressato a tutto il resto, lasciandomi libera di vagare tra alloggi da prenotare e luoghi da visitare senza perdere troppo tempo.

Uno zaino e una piccola valigia a testa ed eravamo pronti per partire.

GIORNO 1 – 13 agosto 2019

ITINERARIO SPICCIO

TAPPA 1
Borgo a Mozzano
Dal centro del Borgo al Ponte del Diavolo: 16 minuti a piedi.
Cibo: nel tragitto dal centro al ponte c’è la Rustichella del Borgo (pizzeria)
TAPPA 2
Casetta sull’albero, Camaiore
Dal Borgo a Montemagno, Camaiore: 40 minuti in macchina
TAPPA 3
Lido di Camaiore
Dalla casetta sull’albero (Montemagno) al Lido di Camaiore: 24 minuti in macchina
Parcheggio: via I maggio 50A
Cibo: Paninoteca Skip – a 20 minuti a piedi dal parcheggio

DIARIO DI BORDO

Partenza alle 8:00 del mattino
Prima tappa a Borgo a Mozzano per ammirare una città con poche anime e famosa per il Ponte di Maddalena. Un impressionante ponte noto anche per l’altro suo nomignolo, “Ponte del Diavolo”.
Dopo un delizioso gelato acquistato nell’unico pub aperto, ci siamo diretti verso l’unico punto baciato da una brezza primaverile.

DSC00817.JPG

Ma il momento più bello è arrivato poco dopo: la nostra casetta sull’albero ci stava aspettando a Camaiore. Accogliente, morbida, luminosa e semplicemente superba nelle sue dimensioni contenute. Perfetta per una coppia. Romantica anche per chi repelle il termine (mio moroso). Ci ha conquistati subito.
Una deliziosa coppia, proprietaria del gioiellino sugli alberi, ci ha fatto sentire subito a casa. Con due cani, innumerevoli gatti e un panorama mozzafiato, non nego di aver contemplato l’idea di non tornare più a casa.

DSC00893

Da una parte la montagna e la vegetazione, dall’altra il mare.
Se non avessimo avuto un itinerario, avremmo passato tranquillamente il resto delle ferie a vagare attorno a quello spettacolo naturale. Ma abbiamo respinto questa idea e, la sera, ci siamo recati al Lido di Camaiore per farci coccolare dal suono delle onde del mare.
Un tramonto notevole e un mare (che mai avrei apprezzato nel caos del giorno) hanno concluso la nostra prima giornata nella meravigliosa Toscana.

DSC00878.JPG

GIORNO 2 – 14 agosto 2019

ITINERARIO SPICCIO

TAPPA 1
Lucca
Dalla casetta sull’albero, Montemagno, a Lucca: 30 minuti in macchina
CIBO: Taddeucci, Pinelli (entrambi famosi per i dolci), Pan di Strada per il pranzo
COSA VEDERE (in ordine): mura, piazza, anfiteatro, torre guinigi
TAPPA 2
Pisa
Da Lucca a Pisa: 30 minuti in macchina
CIBO: I porci comodi, we love pasta, gelateria gunny (rispettivamente a 6min, 8min, 8min dall’hotel)
COSA VEDERE A PISA (in ordine): torre pendente, duomo, battistero, piazza dei cavalieri, borgo stretto e borgo largo, lungarni.

DIARIO DI BORDO

Il risveglio nella casetta sull’albero è stato straordinario come l’incontro del giorno prima. A salutarci c’era la natura che, illuminata dai raggi del sole, si faceva intravedere attraverso gli spiragli delle tapparelle.
Mentre ammiravamo le sfumature di legno che cambiavano tonalità con l’aumentare della luce, abbiamo sentito alcuni passi delicati – ingannati solo dal cigolio delle scale – muoversi verso il balconcino della casa sull’albero.
Una volta pronti ad affrontare la giornata, abbiamo sbirciato fuori e abbiamo trovato, ad attenderci, un cestino da pic-nic ricco di delizie per la prima colazione.

DSC00864

Qui avevamo già divorato tutte le leccornie del cesto.

Con tante golosità da assaggiare, abbiamo pigramente assaporato tutto mentre la natura intorno a noi si stava risvegliando e abbiamo approfittato per fare qualche foto in giro.
Tempo di ringraziare i proprietari, accarezzare per la millesima volta tutti gli animali ed eravamo già diretti verso Lucca, con la promessa di tornare in quella casetta sull’albero entro la fine dell’anno.
Cibo, persone, strade, vie, rumori e risate hanno riempito le ore che abbiamo passato a Lucca. Non abbiamo trascorso moltissimo tempo a soffermarci davanti ai monumento, ma è stato sufficiente per lasciarci un bel ricordo della vita lì.

DSC00952

Pisa era la prossima tappa.
Siamo arrivati fino in centro, superando le persone e la zona a traffico limitato. Il nostro hotel era proprio a due passi dalla Torre di Pisa e raggiungerlo ha provocato qualche tensione.
Non essendo abituati a guidare in zone così ristrette, ci sembrava strano passare per strade dove, fuori, c’erano anche tavolini dei ristoranti. Ma nessuno sembrava farci caso e anche alla reception hanno confermato la normalità di tale percorso.

DSC00988

La vista dal nostro hotel

Arrivati in camera, sono corsa a spalancare le finestre. Come promesso, il nostro balcone dava proprio sulla strada ricca di ristoranti e lì, davanti, sorgevano imponenti i simboli di Pisa.
Siamo corsi sulla terrazza dell’hotel e anche lì, il panorama ci ha premiati con una sensazione magica.
2 minuti di camminata ed eravamo tra i monumenti storici conosciuti in tutto il mondo.
Piena di turisti, tutti concentrati sul farsi foto, selfie, sostenere la Torre con le loro mosse da Power Rangers; Pisa è stata stancante e caotica fin dal primo momento. Ma la vera meraviglia ci aspettava il giorno dopo.

DSC01026

GIORNO 3 – 15 agosto 2019

ITINERARIO SPICCIO

Viverci gli ultimi attimi di Pisa al massimo del suo splendore.

DIARIO DI BORDO

Colazione abbondante e di nuovo in strada. Pisa ci ha sorpresi.
Vuota, silenziosa, calma, armoniosa.
Non c’era quasi nessuno eccetto i proprietari dei ristoranti e dei locali che stavano appena iniziando la giornata.
Abbiamo fatto in tempo a girare tranquillamente, in una città che non riuscivamo a riconoscere da quella della sera prima.
La vera Pisa, quella romantica e monumentale, si è mostrata a noi con tutta la sua solennità e ci ha salutati poco prima della nostra partenza.
Tempo di girarci indietro un’ultima volta ed era già nuovamente ricoperta dai passi del mondo.

DSC01025

Tre giorni in Toscana tra natura e storia, amore e vita, gioia e sorprese che non dimenticherò mai.
Ti auguro di vivere un’esperienza altrettanto bella.
Ti lascio qui i link della casetta sull’albero e dell’hotel che abbiamo scelto noi.

Inizia la tua esperienza con Airbnb.
La meravigliosa casetta sull’albero, prossima dimora fissa della mia vita: AMORE
L’hotel che ti mostra Pisa in tutto il suo incanto storico: WOW

DSC00919.JPG

miao

You Might Also Like

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.