fbpx
daily post,  MASTER TDSI,  motivational

MASTER TDSI #11

Sveglia alle 5:00 per il MASTER TDSI.


L’incazzatura avrebbe preso il sopravvento se non avessi scoperto che il prof di oggi si era svegliato prima per noi. Ha fatto la sua lezione (due concentratissime ore sull’art driven innovation) e poi ci ha salutati, già in ritardo per l’aereo.

Inutile dire che nel pomeriggio stavo già perdendo il senno della ragione (un po’ anche i sensi in generale) e la concentrazione mi stava abbandonando durante il MASTER TDSI. Me ne sarei andata via subito dopo pranzo, ma proprio in quel momento è arrivato uno degli speaker più interessanti di tutto l’anno: un uomo dall’accento british, che ci ha fatto alzare, saltare, giocare da soli e gli uni con gli altri. È una descrizione misera incompleta se confrontata con quello che ci ha restituito lui: la voglia di divertirsi (anche durante la lezione), la curiosità, il gioco. Tutti aspetti che di solito non vengono presi in considerazione in ambienti di lavoro (o durante il MASTER TDSI), hanno invece presto il sopravvento ovunque ci spostassimo durante questa lezione.

Muoversi senza più barriere o gerarchie hanno fatto scoprire un lato di noi che avevamo seppellito da tempo. Più empatia, più attenzione nei confronti degli altri, collaborazione. Elementi che sono emersi naturalmente durante il MASTER TDSI.

A parole, è difficile da spiegare.

Dico solo che la mente può fare strani scherzi, se la lasci correre libera.

Scrivo cose, ne leggo altre, sogno di spendere tutti i miei soldi su Amazon e di vivere tra immensi scaffali di libri. Ho sempre fame e non sopravvivo senza la seconda colazione o un buon libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.