fbpx
daily post,  Libri

“Il settimo giorno” di Yu Hua

Leggere un libro è sempre una piacevole scoperta. Ti fa riflettere, piangere, ridere, odiare, amare. Ti manda in confusione, ti ispira e ti motiva a leggere ancora. Una volta che inizi, non smetti più (o almeno si tenta di continuare anche se si studia/lavora/si fa altro).

Questo libro, in particolare, mi ha tenuta stretta a sé tutta oggi. L’ho letto tutto d’un fiato; semplice, scorrevole, devastante. Purtroppo ammetto di averlo letto su Kindle (anche se preferisco i libri cartacei), ma averlo avuto in formato digitale mi ha permesso di portarlo con me durante le passeggiate con il cane, mentre passavo l’aspirapolvere e mentre spazzavo via le foglie in giardino (attività svolta malissimo, vista la disponibilità di una sola mano).

Come riassumere questo libro? Non te lo saprei dire. Semplicemente ad un certo punto lo stavo leggendo, ed è finito. Non so come, non capisco quando, ma la storia è giunta alla sua conclusione e io, ostinata, ho provato a sfogliare ancora quello schermo freddo nella speranza di trovare un piccolo commento da qualche parte.

Non volevo credere di aver terminato quella trama così atipica. “Il settimo giorno” mi ha catturata e non mi ha liberata nemmeno una volta letta l’ultima riga.

È stato stupendo. Ho riletto l’ultima frase più e più volte, finché non ho sentito quelle ultime parole affondare nella mia mente. Meraviglioso. Un piccolo libricino prezioso.

Penso ti possa piacere questo libro – “Il settimo giorno” di Yu Hua, Silvia Pozzi.

Inizia a leggerlo gratuitamente: http://amzn.eu/bZrce4g

Scrivo cose, ne leggo altre, sogno di spendere tutti i miei soldi su Amazon e di vivere tra immensi scaffali di libri. Ho sempre fame e non sopravvivo senza la seconda colazione o un buon libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.