Il lavoro sfianca: le 5 alternative per una pausa rigenerante

Oggi è Seconda Colazione che chiede a te di raccontami qualcosa.
Come sopravvivi al mal di testa da lavoro?

In diversi studi (cercateli, non sono stata così brava da salvarmi tutti i link), si spiega come, per aumentare la produttività, sia necessario fare una pausa. E fin qui sono d’accordo.
Ma ci sono punti discordanti sul cosa fare per ripigliarsi dall’emicrania della to-do list.
Ti riassumo brevemente cosa ne è venuto fuori fino adesso.

Le 5 alternative per una pausa rigenerante
– chiave di lettura:
numeri (alternativa indicata)
✓ (fattore positivo)
X (perplessità)

Il tradizionale cervello fritto
1. Fermati. Stai fissando lo schermo del pc e invece di fare il tuo lavoro, stai cercando di capire quanto del tuo riflesso si possa notare tra le righe del testo che non stai leggendo.
Alzati e prenditi un gelato. O una fetta di torta. O qualcosa di dolce. O salato. Mangia.

Mangiare è sempre qualcosa di positivo. Non solo ti alzi e puoi muoverti un po’, ma lo fai mentre gusti qualcosa che potrebbe aiutare la tua pressione bassa.

X Calorie e sensi di colpa quando avrai stabilizzato la pressione.

L’asociale disfunzionale
2. Hai perfino smesso di parlare con i tuoi colleghi e hai messo su le cuffie senza però far partire la musica perché non hai avuto la forza di avviare spotify.
La vogliamo mettere un po’ di musica? Magari mentre ti sgranchisci le gambe.

Muoversi ti permette di allontanarti anche fisicamente (per quanto possibile) dal tuo spazio di lavoro. Se riesci ad ascoltare anche della musica, puoi isolarti mentalmente da ciò che stai facendo.

X Però è anche vero che se qualcuno ti interrompe mentre sei nel bel mezzo della tua canzone preferita, ti rimarrà un senso di stanchezza-misto-delusione, che neanche il punto 1 potrà aiutarti.

Non è mai il giorno giusto
3. Ti svegli già stanco/a la mattina, convinto/a che sia venerdì o domenica. Invece è lunedì (al massimo mercoledì) e vorresti già piangere?
Fai esercizio fisico. Bevi mezzo litro di acqua, idratati per bene e vai a correre, porta il cane a fare una passeggiata, fai yoga, fai un po’ di addominali, solleva sua sorella. Fai movimento.

Questi tre punti dovrebbero averti fatto capire che, di base, muoverti fa bene. Ma se riesci ad abituarti a fare esercizio fisico la mattina, il tuo corpo ti ringrazierà ancora di più. E non dimenticarti di rimanere idratato/a.

X Quando sei agli inizi, questo genere di attività fisica ti ucciderà. Anche solo bere mezzo litro d’acqua la mattina, quando ancora non sei consapevole di come si respiri, ti ammazzerà fisicamente.

Morte degli arti
4. Hai perso la sensibilità delle gambe, ma non vuoi nemmeno provare a rianimarle perché hai il cervello fritto e non riesci ad inviare alcun segnale ai tuoi arti?
Blocca un attimo il tuo lavoro e vai su Youtube e guardati un video.
Se sei privo di cuffie, vai sui vari social e ammira la vita (molto visual) degli altri. Sogna.

La distrazione è riconosciuta come una buona modalità di pausa. Questo perché ti permette attivamente di allontanare il pensiero da ciò che fai e, con i social sempre più presenti, non ti viene richiesto di concentrarti su altro: ti basta scrollare le pagine e buttare un occhio. I network realizzano contenuti di breve durata proprio perché ormai ci piace distrarci e non offriamo una finestra grandissima per rimanere su un singolo argomento.

X Controindicazione dei social: guardare troppo la vita degli altri potrebbe causare depressione, nausea, odio verso l’umanità. Un conto è distrarsi un attimo (suggerisco meravigliosi video di animaletti pelosi), un conto è iniziare a stalkerare gli altri per augurargli di inciampare e rovinare quel paio di jeans che avresti voluto tanto comprare tu.

Massacro dei neuroni in loop
5. Hai mille task diverse da fare, ma rientrano tutte nell’ambito lavorativo e, a volte, ti chiedi se tu stia effettivamente portato della varietà nella tua vita?
Pianifica progetti che vadano oltre il tuo lavoro. Portati dietro un’agenda e, quando hai bisogno di una pausa dalla tua scaletta di attività da fare in ufficio, prenditi un attimo per tornare sul tuo singolo progetto.

Sviluppare una idea che vada oltre le tipiche responsabilità, può darti uno stimolo in più per non far saltare in aria la tua scrivania.

X Saluta la tua vita perché il lavoro non ti seguirà a casa, ma la tua idea sì. Lo vedi il cuscino? Lo rivedrai alle 2 di notte. (Il mio punto 5 lo puoi trovare qui)

P.S Questi sono solo alcuni degli “esercizi” che ho provato io stessa per cercare di recuperare le forze mentali che, con il caldo, sembrano abbandonarmi ancora più velocemente.
Ogni punto ha i suoi pro e i suoi contro, ma alla fine (se si riesce a capire come bilanciare il tutto), si sopravvive.

Quali altri metodi consigli di provare? (A parte dormire sul posto di lavoro).

Annunci

Pubblicato da

Scrivo cose, ne leggo altre, sogno di spendere tutti i miei soldi su Amazon e di vivere tra immensi scaffali di libri. Ho sempre fame e non sopravvivo senza la seconda colazione o un buon libro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...