fbpx
daily post,  Diario

L’Ora Più Buia

Ultimamente credo che studiare la storia sia fondamentale per conoscere il nostro passato, ma solo abbinando la conoscenza tradizionale a delle ricostruzioni storiche si riesca effettivamente a sentirne il peso.

L’ora più buia, come Il Discorso del Re, mi ha tenuta incatenata allo schermo del pc. Non che sia difficile trattenermi immobile, mi sono sempre piaciuti i film, ma questo film, la recitazione, l’atmosfera e la palette di colori scelta per tutta la durata delle scene, tutto, assolutamente tutto mi ha portato a sentire nel profondo l’oppressione che si voleva comunicare.

download

Il linguaggio faticoso da articolare, l’intensità dello sguardo e la rabbia, mai repressa e sempre sincera, queste le caratteristiche, queste le vere protagoniste del film.
Un film stupendo e al tempo stesso pesantissimo. Rapido, ma lentissimo, come il passare delle giornate segnate nel film con la grafica dei giorni che passavano.

Si parla di nazioni quasi al collasso, di eserciti allo stremo, di paura e di una distruzione che non sembrava poter essere firmata. Ma si parla soprattutto di cosa il popolo, che sembrava passivo e vittima delle decisioni del governo, voglia fare: non arrendersi mai.
La voce del popolo sovrasta il rumore della guerra e arriva a rieccheggiare in parlamento.

Scrivo cose, ne leggo altre, sogno di spendere tutti i miei soldi su Amazon e di vivere tra immensi scaffali di libri. Ho sempre fame e non sopravvivo senza la seconda colazione o un buon libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.