Give me the points! – (Special Recap)

todolist
Give me the points! – (special recap)

Sono passati diversi giorni dall’ultimo daily post.
Ho deciso di raccogliere queste ultime settimane in un unico articoletto per farvi comprendere meglio come sono andate le cose.
C’è un motivo se non ho più potuto scrivere


10 settembre (sì, siamo tornati abbastanza indietro):
Con la promessa di regalare una palma (Amazon mi è testimone) Nadiona mi ha aiutata con la domanda di laurea. In un momento di inspiegabile difficoltà, questa globetrotter dal cuore spagnolo mi ha portata in salvo, screenshottandomi l’avvenuta registrazione, che a me non era riuscita.

Cosa ho fatto oggi?
Pregato tutti i Santi
Ritrovato fede nell’umanità
Imparato una nuova tecnica di meditazione
Maledetto l’università

Progetti EXTRA:
La domanda di laurea è stata mandata
Devo dare 5 esami in questa sessione (sì, 5)
Per sfogarmi dallo stress ho iniziato a camminare 3 ore al giorno (progetto mai più ripreso) e a correre un’oretta (addio anche a questo)

Conclusione:
C’è la possibilità che io mi laurei e i miei non lo sanno.

 

Settembre – tra il 02 e il 19/09 –
Sfinimento, fatica, rabbia, fame costante e gambe d’acciaio (le 3 ore di camminata si sono fatte sentire in poco tempo).

Cosa ho fatto:
Studiato ogni santo giorno
Dato esami quasi ogni santo giorno (almeno questa era la sensazione)
Fatto schemi di sopravvivenza con tanto di countdown (che poi è stato controproducente) per il giorno in cui sarei finalmente risorta.

Progetti EXTRA:
Scopro che alcuni esami li ho passati, i primi due per essere chiari, me ne mancano ancora tre da dare o da monitorarne l’esito sul libretto
Dimentico cosa significhi avere una vita, tranne che per la Festa del Bastardino
Ovviamente in questo momento di stress, scrivo più del dovuto e SC si anima, briosa e costante

Conclusione:
Vivo di sostegno psicologico e i miei ancora non sanno niente della domanda di laurea.

 

13 Settembre
Torno a lavoro e mi sembra di essere rinata. Non ho finito gli esami e l’ansia si fa sentire, ma camera mia è diventata uno spazio irraggiungibile, che il Sottosopra in confronto è bello quanto il praticello dove giocavano le caprette di Heidi.

Cosa ho fatto/progetti EXTRA/Conclusione: vedi sopra

 

1 Ottobre
Ho passato tutti gli esami a parte uno, di cui non conosco ancora l’esito.
A causa dello sciopero dei professori, la prof ha deciso di postare i voti più tardi (nonostante sia stato uno dei primi esami dati, risalente ad un mese prima) e la data per ritirare la domanda di laurea è stata posticipata per ovvi motivi (invece del 29 settembre, l’hanno spostata ai primi di ottobre).
Inizio a sentirmi male.

Cosa ho fatto:
Sono le 19:45 e sono fuori ad aspettare la pizza a domicilio (che magnifica creazione).
Alle 19:50 controllo il telefono: B. mi dice che sono usciti gli ultimi voti. Corro. Sempre mentre aspetto questa pizza che tarda ad arrivare.
L’ho passato.

Progetto EXTRA:
Cazzo, mi laureo

Conclusione:
Gioisco con Leoncino e Nadiona, che ormai erano in ansia per me.
Al ritorno dal cinema, avviso mia sorella della notizia e la lascio andare a dormire in lacrime (ormai aveva perso la speranza)

 

2 Ottobre:
Si ritorna a lavoro, fresca e vivace come se mi avessero regalato un cuore più energico. Prendo i brownie e via a festeggiare in ufficio

Cosa ho fatto:
Ancora non mi rendo conto di cosa sia successo e mi gusto semplicemente i brownie

Progetti EXTRA:
Mo’ devo finire la tesi

Conclusione:
La scadenza per la tesi è il 18 Ottobre

 

5 Ottobre:
Vado dal prof (è il secondo incontro) e gli riassumo il Case Study che spiegherò nell’ultimo capitolo della tesi.
Si entusiasma, il genere western gli fa illuminare gli occhi (lo capisco benissimo) e vuole contribuire e aiutarmi per queste ultime revisioni.

Cosa ho fatto:
Sono corsa vicino alla prima presa e ho iniziato a rileggere tutta la tesi, che era principalmente composta da un lessico molto elementare e quasi primitivo perché ero convinta che il prof non l’avrebbe letta a così pochi giorni dalla consegna.

Progetti EXTRA:
Il pc ha compreso le tempistiche e ha miracolosamente deciso di funzionare (<3), tanto affetto.

Conclusione:
Se parlate di film western, preparatevi ad approfondire l’argomento

 

8 Ottobre:
Ho finito la tesi. L’ho riletta tutta e mancano solo i grafici che ho saputo solo disegnare a mano e che verranno realizzati dalla Francy (santa donna), che ha compreso la mia incapacità di utilizzare illustrator o qualsivoglia tool che non sia google documenti.

Cosa ho fatto:
Sto ancora realizzando il fatto che non devo più studiare (per il semplice dovere di farlo). La gioia che mi assale è veramente incredibile e ho finalmente compreso cosa significhi imparare con piacere, grazie ad un elenco di libri che voglio leggere per approfondire ciò che mi interessa.
Ho capito cosa mi piace e cosa voglio portare avanti privatamente (to be continued) e troverà spazio qui su SC – ma ci vorrà tempo.

Progetti EXTRA:
Quasi mi commuovo

Conclusione:
Abbraccerei anche l’infame più ignorante in questo momento di gioia (ma non lo farò, non si sa mai. Il cazzosbaglio è sempre dietro l’angolo)

 

Ah, come hanno reagito i miei?
Il sommo padre l’ha saputo lunedì 2 Ottobre. Con l’aiuto della sorella, abbiamo nascosto un piccolo foglio con scritto della laurea nel suo libro di poesie e appiccicato un post-it sul segnalibro. Gli ho chiesto di leggercene una e lui a bellamente spostato il foglio e il segnalibro senza rendersi conto di nulla. Quando ha finalmente realizzato, se ne è andato a lavoro felice e stordito (neanche lui ci sperava più).

Ma la regina ovviamente ha superato tutti. Martedì a pranzo, mentre era al telefono con la Grande Sovrana (granny), le ho chiesto di fare gli auguri per la festa dei nonni e di invitarla alla mia laurea. Non ha compreso subito, ma appena ha realizzato ha buttato giù il telefono (ovviamente prima l’ha detto a mia nonna). A pranzo è rimasta quasi immobile. Sono andata a lavoro e sono tornata la sera e l’ho trovata ancora là, felice che guardava il telefono.

Sembra un’esagerazione (alla fine ho 25 anni e parliamo di una laurea che avrei potuto ottenere prima), ma essendo l’ultimo vero investimento dei miei (e avendola aspettata a lungo grazie al mio anno sabbatico prima, e l’anno di informatica dopo) ha stordito un po’ tutti.

Che bello non averli mai avvisati della domanda di laurea.
Che bello stordire.
Mi sento Jigglypuff

Per gli altri Give me the points —> cliccami

Annunci

Pubblicato da

Scrivo cose, ne leggo altre, sogno di spendere tutti i miei soldi su Amazon e di vivere tra immensi scaffali di libri. Ho sempre fame e non sopravvivo senza la seconda colazione o un buon libro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...