It’s not how good you are, it’s how good you want to be

5768b1e684e7107eca9ab576a723469a

It’s not how good you are, it’s how good you want to be.

Non credo di aver mai provato tanta ammirazione per un libro. Prima ancora di aprirlo, prima ancora di leggerlo, sfogliarlo e sentire lo spessore della carta.

Un libro piccolo, delle dimensioni di una mano, poco più grande del mio cellulare, illuminato grazie alla sua copertina bianchissima e lucida, con caratteri neri e dorati grandi abbastanza da ricoprirne la copertina.

eecb86b2ff639f652b9167448ea6343a

Un regalo fatto da una persona gentile, di quelle che si presentano come creature alpha, con accenni di bipolarismo non da poco. Ma ehi, se ti regalano libri, con tanto di dedica, sono persone speciali (nel dubbio, Tieni un Unicorno).
Insomma, un regalo, piccolo e lucente scritto da Paul Arden, uno dei rappresentanti di Saatchi & Saatchi, una guida per chiunque voglia conoscere meglio il mondo della pubblicità, creatività ma anche del confronto diretto che tutti dobbiamo affrontare, qualsiasi sia il nostro ruolo.

“Non riguarda quanto tu sia bravo, ma quanto tu voglia essere bravo”

Mai parole furono più azzeccate. Un progetto, qualsiasi esso sia, non riguarda l’individualismo, le capacità che già diamo per assodate, ma ciò che possiamo immaginare di fare. Qualcosa che ci spinga al di fuori della nostra confort zone, che ci indichi una nuova strada e ci porti a comunicare con altri.

È infatti il rapporto con le altre persone a cambiare il progetto iniziale. Possiamo considerare le nostre abilità, sfruttarle e far sì che sia tutto in mano nostra in modo da avere più controllo sugli altri, ma il vero valore nasce dalla collaborazione.
Bisogna infatti saper considerare tutti i più diversi aspetti e cercare di smantellare il progetto.
Perché abbiamo preso queste decisioni e non le altre? Perché abbiamo considerato questa strada e non l’altra opzione? Perché abbiamo sviluppato questa idea invece di combinarla con un’altra?
E questa per me è stato veramente importante, soprattutto considerando l’esperienza che ho avuto la fortuna di vivere (ne ho parlato qui).

Disgregare, in modo positivo, un’idea serve infatti per analizzarla in tutti i suoi punti. Punti che i clienti potrebbero trovare e voler contestare, e quindi meglio se lo si fa all’interno del proprio team, non trovate?

IMG_20170805_094848_204.jpg

Questa magnifico gioiellino protegge tra le due pagine diversi capitoletti. Nonostante il linguaggio molto semplice e basilare, le verità che annuncia sono concetti che già conoscevo da tempo, ma non mi ero resa conto della loro effettiva importanza finché non ho letto il libro.

Mentre lo sfogliavo mi sono ritrovata ad immaginarmi in un’aula di qualche ufficio di un’azienda o un’agenzia, durante un brainstorming con vari reparti.
Dalla creatività, alla pianificazione di un’idea e la sua implementazione, ogni capitolo del libro, per quanto piccolo, indica una tematica vera.

Fate esperienze, muovetevi e smuovete le acque, non siate ripetitivi, tarate le vostre idee in base ai nuovi sviluppi e non circondatevi dagli yes-men. Non vi servono persone che vi dicano solamente di sì, ma di individui che abbiano le proprie idee, i propri progetti e che vogliano contribuire e condividerli all’interno del team.

Volete saperne di più? Volete post con alcune massime del libro o foto dell’indice? Fatemi sapere, sarò felice di soddisfare la vostra curiosità. È una mini guida su cosa ci si dovrebbe aspettare da se stessi.
Avete dei piani? Pensate più in grande e collaborate.

Annunci

Pubblicato da

Scrivo cose, ne leggo altre, sogno di spendere tutti i miei soldi su Amazon e di vivere tra immensi scaffali di libri. Ho sempre fame e non sopravvivo senza la seconda colazione o un buon libro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...