Un messaggio coinvolgente

ccc

Mi sono ritrovata (e questo poco fa quindi sono ancora fresca fresca di sforzo mentale) a dover scrivere un messaggio per cercare di coinvolgere più gente possibile.

Non credevo che sarebbe stato così difficile: le informazioni le avevo, l’obiettivo e il target pure; ma la parte faticosa è stata uscire dal tov tipicamente pubblicitario del mendicate che cerca di venderti il dentifricio.

E’ una cosa che io stessa non sopporto, che evito come la morte e fulmino con lo sguardo chiunque mi proponga un copy del genere per i canali social.

Eppure, nel pieno delle mie capacità mentali, ho dovuto riscrivere più volte l’andamento del messaggio che stavo formulando. Il tono finiva quasi sempre, inesorabilmente, a deviare verso un tipico dialogo delle pubblicità degli anni ’90, quando quest’ultime erano ancora snaturate e ti urlavano in faccia di comprare tal prodotto “PERCHé è IL MIGLIORE IN ASSOLUTO”.

cocco1

In più doveva anche essere convincente, qualcosa che attirasse l’attenzione ma che venisse anche ricordato e non perché kitsch. 
Un’impresa titanica, che a voi sembrerà ridicola, ma che mi ha portato via talmente tanto tempo da dover saltare la paura caffè (molto male).

Ora mi chiedo: perché è così naturale cadere nel banale e nell’osceno quando si vuole promuovere qualcosa? Come mai la nostra anima da venditore di coccobello si distacca da dove dovrebbe stare (in un angolo remotissimo della nostra mente) ed emerge con tale prepotenza? Non so darmi risposta, nemmeno ora che riesco a riconoscere velocemente quando un testo inizia a vacillare pericolosamente verso il mediocre.

Ma soprattutto: perché ci sono ancora persone che credono che cedere a questo stile così retrò (o rétro) sia il modo più efficace per essere ricordati (e non derisi)? Mah.

cocco

Comunque, alla fine del mio percorso emotivo mentre cercavo di rinchiudere nuovamente il mio piccolo mercante nel suo sgabuzzino, sono riuscita a completare la mia opera e produrre un messaggio lungo quanto l’introduzione di un romanzo – lunghezza concessa per questa cosa in particolare, ma che altrimenti avrei molto volentieri evitato.

Tutto sommato ne sono soddisfatta anche se il ricordo di alcune frasi orrende mi perseguiterà pure stasera.

cocco2

Vi saluto così, mentre cerco di ritrovare la pace interiore.

Annunci

Pubblicato da

Scrivo cose, ne leggo altre, sogno di spendere tutti i miei soldi su Amazon e di vivere tra immensi scaffali di libri. Ho sempre fame e non sopravvivo senza la seconda colazione o un buon libro

2 risposte a "Un messaggio coinvolgente"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...